DOTT.SSA CHIARA PICA

Counseling psicosomatico

L’approccio psicosomatico, come avremo modo di approfondire negli articoli che troverete nel sito e nei post di facebook, parte dal presupposto che ogni sintomo, disagio, problema che esperiamo sia la spia di un messaggio della psiche che vuole essere ascoltato e accolto per innescare una trasformazione interiore. Questo implica che se io cerco solo di scacciare il problema senza comprenderlo non potrò mai risolvere: qualunque pratica che sia volta al semplice agire sul sintomo non potrà portare alla lunga ad alcun risultato costruttivo.

Vi faccio un esempio: se andate dal meccanico perché vi si è accesa una spia rossa chiedete al meccanico di far spegnere direttamente la spia o gli chiedete di rimuovere la causa prima che l’ha fatta accendere? Stesso discorso vale per la psiche. Serve a poco zittire o scacciare i sintomi perché questi, essendo un messaggio che vuole essere ascoltato, si sposteranno altrove pur di farsi sentire.

L’approccio psicosomatico-simbolico parte proprio dal presupposto che nello stesso sintomo risiede la chiave della “guarigione”, perché esso stesso si fa simbolo visibile ed esperibile di una realtà interiore che ha bisogno di essere esplorata e compresa.

Nello stesso modo di descrivere un sintomi vi è infatti la chiave della sua comprensione: “bruciare di rabbia”, “non digerire quella persona” sono solo due esempi di modi di esprimere dei vissuti in forma somatica.