DOTT.SSA CHIARA PICA

Psicologia Energetica: EFT e Psych-K

La Psicologia Energetica è una branca innovativa della psicologia che deriva direttamente dalla Medicina Energetica e dalla Psicosomatica. Per la medicina cinese, infatti, i disturbi psicologici e fisici sono causati da  “blocchi del sistema energetico del corpo”, blocchi che derivano da traumi emozionali, emozioni ripetute o forti stress. I blocchi dipendono dal fatto che determinati eventi vissuti, come condizionamenti familiari ripetuti, danno luogo a blocchi dell’energia interiore, che quindi dev’essere riattivata attraverso tecniche energetiche. Queste sono di tipo diverso:

 

1.   Tecniche che impiegano la pressione diretta di determinati punti energetici, che si trovano lungo canali energetici detti Meridiani, attraverso il Tapping (picchiettamento) dei suddetti punti. Questi puntiagiscono da interfaccia con gli organi e con il nostro sistema emozionale. Tra le tecniche di questo gruppo la più efficace è sicuramente l’Emotional Freedom Tecniques, o EFT. Questa è è stata definita cme una sorta di “tecnica di agopuntura psicologica” dato che tende a ricreare un giusto flusso energetico mediante il picchettamento di determinati punti energetici mentre si ripetono frasi che rievocano convinzioni errate che abbiamo maturato nel corso del tempo per sostituirle con credenze positive e motivanti. Questo determina una sorta di riprogrammazione delle nostre credenze negative. La tecnica è idonea anche per trattare eventi traumatici, sintonizzandosi sull’evento stesso mentre si picchiettano i punti in sequenza

2.   Sempre sulle credenze disfunzionali si basano le tecniche che si ispirano alla Kinesiologia, ovvero tecniche che mirano a creare una migliore integrazione degli emisferi del cervello per realizzare i propri scopi e obiettivi. Tra queste la migliore tecnica è sicuramente Psych-K. l metodo PSYCH-K è basato sull'idea che ciascuno di noi risponde alla situazione in cui si trova sulla base di convinzioni, atteggiamenti e valori registrati nel nostro subconscio. La maggior parte di questo "programma" interiore viene registrato nei nostri primi anni di vita sulla base delle nostre prime esperienze. Queste credenze disfunzionali possono essere cambiate attraverso una vera e propria riprogrammazione cerebrale basata su tecniche kinesiologiche, ovvero un test muscolare che serve a comunicare direttamente col subconscio, dove le nostre credenze disfunzionali sono immagazzinate.

Queste tecniche sono utilissime per svariate condizioni psico-fisiche:

·         Ansia, attacchi di panico, fobie

·         Elaborazione del Lutto e della perdita e delle problematiche esistenziali derivanti

·         Sintomi e malesseri fisici di vario genere

·         Dipendenze affettive e di altro genere

·         Traumi

·         Disturbi  alimentari

·         Disagi e sofferenze esistenziali di vario genere (depressione, rabbia, senso di colpa, senso di inferiorità, blocchi psicologici ecc.)

·         Riconquista del Sé autentico e della propria natura